Diario di una Social Geek

mercoledì 1 luglio 2015

Instagram e la community dello #yoga

Probabilmente non lo sapete ma da piccolina ho fatto ginnastica artistica. È stato nel periodo delle scuole elementari: insieme a un altro gruppetto di bambine, di cui facevano parte anche mia cugina e mia sorella, ci siamo iscritte all'unica palestra del paese. Se non ricordo male ci andavamo 2 volte a settimana: il lunedì, se non sbaglio, e il giovedì.

Sebbene abbia smesso da tempo di fare ginnastica artistica, la passione per questo sport e per gli sport affini mi è rimasta.

Oggi questa passione si è un po' evoluta: non faccio più ginnastica a livello agonistico come da bambina ma cerco comunque di fare esercizio per tenermi in forma.
Da tempo, però, ho dovuto mettere da parte gli esercizi un po' più acrobatici: per farli ci vuole una flessibilità che purtroppo non ho più. Ho preferito, in compenso, lasciare spazio a quelli meno complicati da eseguire ma ugualmente faticosi tipici dello yoga.

Così, quando tra le app del mio tablet (in realtà non è proprio mio ma del mio partner) ha fatto la sua comparsa Instagram, cosa che è avvenuta più o meno la bellezza di circa 5 anni fa, mi sono messa sulle tracce della community dedicata allo yoga.

Beh, lasciatemelo dire (anche se, in realtà, sono un po' di parte): probabilmente è una delle community più attive e durature di Instagram.

Oggi ho deciso di raccontarvela in questo post prendendola come buon esempio da seguire quando si ha intenzione di creare una community su questo social network.

Sebbene sia complicatissimo partire da zero e riuscire a creare una community tanto attiva e vitale, alcune delle dinamiche che la caratterizzano sono facilmente repricabili da tutti.

Per l'analisi dei dati mi sono appoggiata a Iconosquare, uno strumento molto efficace ai fini del monitoraggio degli account Instagram. Ve ne ho parlato qui un po' di tempo fa.

Iniziamo, quindi!

La community dello yoga su Instagram



La community dello yoga su Instagram è abbastanza varia dal punto di vista di chi pratica yoga. È composta, in particolare, sia da insegnanti di yoga, sia da allievi (i cosiddetti yogini).

Dal punto di vista degli utenti, invece, a mio parere è composta principalmente da donne dai 20 ai 35/40 anni.

Attorno a questa piccola cerchia di chi fa yoga si snodano tutti coloro che possono, in qualche modo, ricavare un profitto da chi pratica questa antica disciplina: chi vende utensili, abbigliamento e oggetti legati alla pratica dello yoga, principalmente, e chi desidera entrare in contatto con gli insegnanti più apprezzati (gli influencer) per organizzare dei corsi nella vita extra-Instagram, le cosiddette yoga class.

Gli insegnanti di yoga possono riuscire a ottenere grandi vantaggi dall'avere un account su Instagram. Questa community, infatti, offre loro grandi opportunità di guadagno soprattutto se si hanno molti follower.

Oltre al fatto di poter essere contattati per le yoga class, in particolare, hanno la possibilità di diventare testimonial per questo o quel marchio di abbigliamento specifico per lo yoga.

In quest'ultimo caso, un solo scatto mentre si fa yoga indossando dei particolari pantaloncini, per esempio, può riuscire fruttare un bel po' di soldini.

Lo yoga, uno stile di vita


La passione verso lo yoga, tuttavia, non è l'unico elemento che mantiene viva e attiva questa community. Un altro ingrediente fondamentale è lo stile di vita che propone: uno stile di vita sano che passa attraverso l'esercizio fisico e un'alimentazione priva di eccessi e, possibilmente, cruelty free.


I selfie la fanno da padrone: sotto forma di singole foto o collage, con o senza filtri, fatti velocemente con lo smartphone o, più frequentemente, con le fotocamere in modo da avere foto migliori, i selfie sono il modo in cui si esprimono gli appartenenti a questa community.

Il desiderio di esibizionismo accompagnato da un pizzico di vanità sono, probabilmente, altre motivazioni che contribuiscono in qualche modo a rendere vivace e attiva questa community su Instagram.

Hashtag come se non ci fosse un domani!


Le community, come ben saprete se lo utilizzate anche voi, su Instagram si nutrono di hashtag: basta inserire quelli giusti in corrispondenza delle proprie foto per poter ricevere commenti e apprezzamenti anche da persone che non fanno parte della propria cerchia di follower.

In compenso, se non si vuole essere trovati su Instagram è sufficiente non taggare le proprie foto.

Per la community dello yoga gli hashtag sono il pane quotidiano: inserendo la parola "yoga" su Iconosquare il sistema ne rileva 50 ma, guardando i numeri, probabilmente i tag correlati utilizzati dagli utenti sono molti di più.

Iconosquare suggerisce che i 5 più utilizzati sono i seguenti:
  • #yoga: 12.632.506 media condivisi;
  • #yogaeverydamnday: 3.265.898 media condivisi;
  • #yogalove: 1.109.383 media condivisi;
  • #yogachallenge: 1.010.816 media condivisi;
  • #yogapants: 999.903 media condivisi.
Come avrete potuto notare al quarto posto degli hashtag più utilizzati su Instagram dalla community degli amanti dello yoga c'è #yogachallange ed è proprio di questo che voglio parlarvi nel prossimo paragrafo.

#Yogachallenge: le sfide a colpi di... asana!


La community dello yoga su Instagram si dà da fare "every damned day" e lo fa principalmente partecipando alle yoga challenge, delle vere e proprie sfide mensili o settimanali a colpi di asana, le posizioni dell'hatha yoga.

Solitamente a lanciare le sfide sono gli insegnanti di yoga: si sfidano tra di loro oppure coinvolgendo soltanto i follower. Non si vince nulla di particolare: ci si accontenta di ottenere dei Mi Piace sulle proprie foto e di essere, al massimo, nominati vincitori della sfida alla quale si partecipa.

Un esempio a caso di yoga challenge:


Le influencer della community dello yoga su Instagram


A questo punto non mi resta che indicarvi quali sono gli influencer di questa community su Instagram, ovvero gli account degli utenti più apprezzati e seguiti.

Gli account che seguo personalmente sono pochi: vi consiglio di seguirli se desiderate avere dei punti di riferimento.

Eccone alcuni:

  • Rachel Brathen, alias yoga_girl, una insegnante di yoga molto brava invitata spesso a tenere corsi anche in Europa;
  • Kino MacGregor, alias kinoyoga: le sue foto e i suoi video sono bellissimi; spesso lancia delle apprezzate yoga challenge;
  • Laura Sykora, laurasykora su Instagram: sono particolarmente apprezzate le foto in cui fa yoga insieme alla sua piccolina;
  • Meghan Currie, su Instagram meghancurrieyoga: non è molto attiva ma ha un buon numero di follower su Instagram che apprezzano le sue foto e i suoi video.


Una community dalla quale prendere esempio


Come vi anticipavo all'inizio ciò che amo di più di questa community sono alcune delle dinamiche che la animano: sono proprio queste dinamiche che mi hanno spinta a scrivere questo (interminabile) post. :)

Penso che, da un certo punto di vista, prendere esempio da questa community possa essere un buon punto di partenza per chi desidera costruirne una su Instagram anche partendo da zero.

Da cosa prendere esempio, in particolare?

#1 - Iniziamo dal senso di appartenenza e dallo stile di vita.

La community dello yoga è composta da persone che sentono di essere accomunate da qualcosa di speciale. La maggior parte di loro non si conoscono di persona e probabilmente non si incontreranno mai nè su Instagram, nè tantomeno nella vita extra-social network.

Ciò che li accomuna è proprio la passione per questa disciplina antica, per i suoi insegnamenti e per lo stile di vita che propone; uno stile di vita pacifico, almeno apparentemente salutare e sicuramente fondato su canoni di bellezza abbastanza attuali.

2# - Nuove relazioni, nuove amicizie... tanto engagement!

L'entrare in contatto con altre persone che condividono la stessa passione e che magari ti incoraggiano quando le tue asana non sono proprio perfette alimenta ancora di più il senso di appartenenza alla community.

Gli yogini su Instagram si seguono a vicenda, si incoraggiano, condividono (almeno virtualmente) gioie e dolori. Non mancano, inoltre, di tenersi informati sulle yoga challenge e di scambiarsi i Mi Piace alle foto.

3# - Le sfide!

Le yoga challenge sono ciò che mantiene viva la community dello yoga su Instagram: permettono di conoscere nuovi appassionati di yoga, di farsi conoscere e aiutano a combattere la noia.

Inoltre, sono gratis e non prevedono grandi premi se non la gloria per i vincitori.

Cosa si può desiderare di meglio?

Siamo arrivati alla fine: ora sapete proprio tutto ciò che mi piace di questa community.

Certo, costruire una community così solida non è facile; tutt'altro: ci vogliono anni, pazienza, prove ed errori nonché duro lavoro.

Immagino, però, che community come questa finiscano per autoalimentarsi e, pertanto, siano destinate a vivere a lungo perché legate a una tematica molto forte.


Voi cosa ne pensate? Avete altri esempi di community così attive su Instagram?

La prossima volta, se volete, vi parlerò di un'altra community presente su Instagram che si fonda più o meno sulle stesse dinamiche: la community degli amanti dei gatti. Visto l'argomento, però, ho bisogno del vostro consenso: non vorrei rischiare di annoiarvi scrivendo un post ancora più lungo di questo :D

Aspetto i vostri commenti :)